Prosciutto cotto, uova, cren? O nulla di tutto ciò?

In vista delle prossime festività pasquali è bene ricordarci anche dei nostri amici a quattro zampe. L’attuale situazione ha rallentato il ritmo frenetico della vita e trascorriamo più tempo in casa, di conseguenza anche con gli animali domestici. L'evoluzione li ha premiati con uno sguardo incantevole, vi troverete sicuramente di fronte a un dilemma con una tavola piena di golosità festive. Difficile resistere allo sguardo supplichevole, ecco perché il cibo dalla tavola si trova spesso nel menù del cane. Ma questo non è sempre un bene. Al contrario, l’esagerazione può portare anche a complicazioni più gravi.

Cosa si mangia per le feste e cosa non è adatto ai cani?

La teobromina, l'alcaloide del cacao che si trova in varie concentrazioni nel cioccolato, o l'uvetta nella gubana sono molto tossici per il cane. Già poche uvette causano insufficienza renale e la teobromina influisce sul sistema nervoso e cardiovascolare (accelerazione cardiaca, convulsioni).

Uova

Le uova sono una ricca fonte di proteine, ma contengono anche aminoacidi essenziali e acidi grassi. Le uova sode sono un sostituto adatto e possono essere utilizzate in una varietà di diete, ma non bisogna esagerare.

Al contrario, mangiare uova crude aumenta il rischio di infezione da salmonella. Le uova crude ossia l'albume contengono avidina, una proteina che lega la vitamina biotina e quindi ne causa la carenza. Si tratta di una vitamina importante per i processi metabolici.

Uova nel cibo per cani

Cioccolato e uvetta

La teobromina, l'alcaloide del cacao che si trova in varie concentrazioni nel cioccolato, o l'uvetta nella gubana sono molto tossici per il cane. Già poche uvette causano insufficienza renale e la teobromina influisce sul sistema nervoso e cardiovascolare (accelerazione cardiaca, convulsioni).

Prosciutto cotto

La carne è considerata una buona fonte di proteine ​​animali, ma il prosciutto cotto non è l'alimento più adatto. Oltre a enormi quantità di grasso e sale contiene anche nitrati e nitriti, che per i cani sono molto dannosi.

Cren

Un cane avverte i sapori meglio degli umani, quindi possiamo immaginare che mangiare cren per un cane non sia un'esperienza gastronomica speciale. Può succedere di mescolare inavvertitamente il cren con gli avanzi che diamo al cane.

Il cren contiene isotiocianato, sostanza che gli conferisce la sua caratteristica pungente. Gli vengono attribuite molte proprietà utili nella dieta umana e in teoria non è nemmeno tossico per i cani. Questo non significa che i cani possano mangiarne in quantità illimitata, sebbene si dica che è utile per alleviare la tosse o controllare parassiti.

Dato che i cani non sono abituati al cibo piccante sono più sensibili, soprattutto i cuccioli. A causa del suo gusto pungente il cren non è raccomandato: irrita il tratto digerente e provoca mal di stomaco, gonfiore, diarrea, sete e vomito. Irrita le vie respiratorie e probabilmente anche le vie urinarie.

Cosa può succedere se il cane mangia troppi avanzi?

Gli effetti più comuni sono vomito e diarrea, ma sono possibili le seguenti gravi complicazioni:

Malattie del cane dieta scorretta

Pancreatite

L'infiammazione del pancreas è dolorosa e pericolosa; può essere innescata da consumo di cibi molto grassi (prosciutto, lardo, insalata francese).

Steatorrea

Mangiare cibi molto grassi interferisce con l'assorbimento dei nutrienti nell'intestino, quindi i nutrienti non vengono utilizzati completamente. Nelle feci compaiono quantità eccessive di grasso, chiamato steatorrea.

Per evitare inutili problemi di salute dei nostri amici a quattro zampe, preferiamo servirli con cibi fatti apposta per loro. Addolciteli con i nostri snack Nupper, che contengono molte vitamine e minerali utili.

Sindrome da allargamento e torsione dello stomaco (GVD)

L'eccesso di cibo seguito dall'attività fisica, come camminare e giocare all’aperto, ha un effetto significativo sull'insorgenza di questa sindrome. È una situazione molto grave che richiede l'aiuto immediato di un veterinario.

Sono anche soggetti a ostruzione di passaggio del contenuto intestinale o addirittura a lacerazione dell'intestino con l'ingestione di corpi estranei. Il consumo prolungato di cibo inappropriato provoca anche obesità.

Quindi, come comportarsi durante le feste?

Il mercato offre una vasta selezione di alimenti con una composizione equilibrata che soddisfa tutte le esigenze dei cani. Possiamo anche preparare il cibo da soli, ma è consigliabile consultare prima un veterinario nutrizionista. Non è necessario aggiungere spezie, soprattutto piccanti.

Alimentazione del cane nei giorni festivi

Si possono sempre premiare i nostri amici pelosi con snack fatti apposta per loro. Una passeggiata nella natura piacerà sicuramente a tutti. Assicuratevi solo che l'attività non venga eseguita immediatamente dopo l’alimentazione.

 

 

Fonti:

Hand MS et al., Small Animal Clinical Nutrition, 5th Edition (2010)

True Pet Story: Can Dogs Eat Horseradish?

Jan Reisen. American Kennel Club: Can dogs eat ham? (26.03.2017)

Kaitlyn Arford. American Kennel Club: Can dogs eat eggs? (08.03.2021)

The University of Sydney: 3 reasons you shouldn't feed Christmas ham to your dog (06.12.2017)