I cani possono mangiare le mele?

In effetti, la frutta può essere inclusa nella dieta quotidiana del cane. La maggior parte della frutta presente sugli scaffali dei supermercati è adatta anche ai cani. La frutta può essere inclusa come parte della dieta quotidiana o solo occasionalmente, come sfizio o contorno a un pasto a base di cibo secco o umido. La frutta può essere offerta al cane durante i pasti o come snack. Questa volta ci concentreremo su un frutto versatile e utile: la mela.

I cani possono mangiare le mele?

La risposta è si. Di seguito indichiamo un sommario di alcuni benefici delle mele e alcune istruzioni per la loro preparazione.

Le mele sono ricche di sostanze nutritive generalmente utili per la salute del nostro cane. Contengono poche proteine e molte fibre, quindi possono essere mangiate da cani di ogni età e taglia. Possono inoltre essere utili a cani con determinati problemi di salute, ad es. disturbi digestivi (nel caso di diete specifiche è necessario il parere di un veterinario). Le mele contengono molte vitamine e minerali (vitamina A, C, calcio, potassio, fosforo) e antiossidanti. Se servite al cane nelle quantità corrette, possono addirittura aiutare a eliminare alcuni spiacevoli disturbi digestivi: le mele appassite e marroncine, grazie alle pectine, si legano all'acqua, contribuendo così ad arrestare la diarrea. I pezzetti di mela aiutano anche a pulire i denti se i cani sono abituati a mordicchiare.  

Il cane mangiando la mela

 

Pericoli associati alle mele

Prima di offrirle al vostro cane, è consigliabile rimuovere i semi. Contengono infatti cianuro, tossico in grandi quantità, quindi per precauzione consigliamo di evitare qualsiasi rischio, sebbene si tratti comunque di dosi piccolissime. Allo stesso modo, rimuovere anche il picciolo. A seconda della durezza, alcuni piccioli possono causare complicazioni intestinali o difficoltà a deglutire, specialmente per i cani più piccoli.

Sconsigliamo la consumazione di mele a cani cui è stato diagnosticato il diabete, con lo stomaco sensibile o che in generale non sono entusiasti del gusto. Le mele vanno incluse nella dieta dei nostri amici solo se le mangiano con piacere. Alcuni apprezzano di più le mele dolci, altri quelle più asprigne.

I cani e le mele

 

Come e quando includere le mele nella dieta?

Le mele sono convenienti e accessibili in tutte le stagioni. Questo frutto eccezionale può essere incluso nella dieta del cane come snack o premietto in diversi modi: una volta al giorno, più volte al giorno, una volta alla settimana... Per renderle più interessanti possiamo anche cucinarle o includerle in biscottini per cani fatti in casa; in estate possiamo congelarne alcuni pezzi e trasformarle in gelato per cani.

Le mele possono essere sistemate nella ciotola del cane, tagliate a cubetti, grattugiate, a spicchi, con o senza buccia, cercando di adattarle alle dimensioni e al gusto del nostro cane. Per cani adulti sani di piccola taglia, usare come snack 2 o 3 cubetti di mela di 1 cm di lato; per cani di media taglia consigliamo spicchi di 1 cm di spessore, 1 o 2 spicchi, e per cani più grandi tra 2 e 4 spicchi, sempre di 1 cm di spessore. Naturalmente è necessario adattare le quantità in base alla frequenza con la quale le offriamo al nostro amico.

Se il nostro cane non accetta la mela come snack, è comunque ugualmente possibile includerla ai pasti; per i suoi snack scegliamo i nuovi croccantini che entusiasmano anche i cani più esigenti.

Tutti gli snack Nupper sono disponibili QUI.